Perdere peso con l’esercizio fisico è più difficile per chi soffre di obesità

Perdere peso non è sempre facile e immediato, tutt’altro, e per chi è affetto da obesità il ritorno al peso forma è ancora più difficile.

Fare esercizio fisico quando si è obesi non aiuta

  • ​Perdere peso non è sempre facile e immediato, tutt’altro, e per chi è affetto da obesità il ritorno al peso forma è ancora più difficile. In molti, per dimagrire, si affidano a diete rigide e ad estenuanti sessioni in palestra, e, non vedendo i risultati sperati, si arrendono prima di aver raggiunto l’obiettivo.

    Il motivo per cui l’esercizio fisico non è d’aiuto nella perdita di peso nei soggetti obesi è spiegato in uno studio dello Shenzhen Institute of Advanced Technology (SIAT) della Chinese Academy of Sciences. Lo studio, infatti, dimostra che nelle persone affette da obesità l’esercizio fisico rallenta il metabolismo basale dell’organismo, diminuendo così la quantità di calorie che vengono bruciate nei periodi di riposo. Ciò vanifica, almeno in parte, gli effetti dell’attività fisica.

Obesità ed esercizio fisico: lo studio

  • ​Lo studio del SIAT, pubblicato su Current Biology, afferma che la riduzione del consumo di calorie a riposo è un fenomeno più pronunciato nei soggetti obesi e, in misura minore, negli anziani. I ricercatori sono arrivati a questa conclusione dopo aver analizzato i dati di 1.750 adulti contenuti nel Iaea Dlw Database, un archivio che contiene le registrazioni del consumo energetico giornaliero di cittadini di oltre 20 nazioni, raccolti tra il 1981 e il 2017.

    Infatti, dopo aver analizzato questi dati tenendo conto della quantità di grasso di ciascun partecipante, i ricercatori hanno calcolato che per una persona con alto indice di massa corporea, elemento questo che identifica la presenza di obesità e sovrappeso, solo il 51% delle calorie bruciate durante l’attività fisica si traduce poi in calorie extra bruciate a fine giornata.

    Ciò significa che nei soggetti che soffrono di obesità quasi la metà delle calorie bruciate viene bilanciata da un minor dispendio energetico durante il riposo, mentre in una persona normopeso il 72% delle calorie bruciate con l’attività fisica diventano effettivamente calorie in meno a fine giornata.

Obesità: l’esercizio fisico rallenta il metabolismo basale

  • ​Tutti sanno che per dimagrire occorre fare attività fisica e curare l’alimentazione, ma alcuni soggetti, pur seguendo questi programmi di dimagrimento in maniera accurata, non riescono a perdere peso. Infatti, anche se la maggior parte delle persone riesce a dimagrire e a ottenere risultati soddisfacenti, vi sono alcuni soggetti che sfortunatamente acquistano peso. Come spiega John Speakman, ricercatore del SIAT e coautore dello studio, ciò può succedere quando è in atto un qualche meccanismo di compensazione: magari si mangia di più perché l’esercizio fisico stimola l’appetito, oppure si verifica una riduzione del consumo energetico, per esempio nel metabolismo basale, e quindi l’attività fisica fa bruciare meno calorie.

    Il ricercatore Lewis Halsey, della University of Roehampton (UK), nonché primo autore dello studio, ha spiegato che il meccanismo di compensazione varia in base a due fattori: l’età e l’obesità. Infatti, le persone anziane compensano di più il dispendio di calorie, mentre le persone che soffrono di obesità riducono il loro metabolismo basale quando praticano più esercizio fisico. Di conseguenza, per ogni caloria che bruciano con l’attività fisica ne risparmiano mezza a riposo.

Obesità e perdita di peso: l’esercizio fisico non basta

  • ​I risultati dello studio condotto dal SIAT potrebbero portare a una revisione delle indicazioni che vengono fornite ai soggetti obesi che vogliono perdere peso. Di solito, infatti, a coloro che vogliono dimagrire si raccomanda un deficit calorico di 500-600 calorie, da raggiungere attraverso l’attività fisica e una dieta bilanciata. Tuttavia, come sottolinea Halsey, queste indicazioni non tengono conto della riduzione del consumo di calorie nelle funzioni basali dovuta alla compensazione del maggiore esercizio fisico.

    Una complicazione per chi è obeso, visto che proprio per chi ne avrebbe più necessità è in definitiva più difficile perdere peso aumentando l’attività fisica.

Contenuti approvati dal Comitato Editoriale.
Data ultimo aggiornamento: 2021-10-04
Le informazioni presentate hanno natura generale, sono pubblicate con scopo divulgativo per un pubblico generico e non sostituiscono il rapporto tra paziente e medico.